top of page
  • Nadia Nunzi

Non tutti gli uomini sono uguali


Storie vere

Ciao Nadia, sono Vy. e ho sposato un narcisista, apparentemente perfetto all’inizio e assolutamente devastante in seguito.

Ho lasciato la mia città a sedici anni per trasferirmi da lui, in Puglia, e all’epoca era anche tossicodipendente, ma (per fortuna e anche grazie al mio aiuto) ben presto è riuscito a disintossicarsi.

Ho sempre avuto la sua famiglia contro. Mi hanno sempre considerata come una rivale e sinceramente non ne ho mai compreso il motivo. Hanno provato a separarci in ogni modo. Nonostante ciò, lui mi voleva al suo fianco e, alla fine, ci siamo sposati seppur ancora molto giovani. (Io avevo appena compiuto diciotto anni e lui ne aveva ventuno). Dopo due anni dal nostro matrimonio è nata nostra figlia. Io ero felice perché avevo un forte senso di maternità e non desideravo altro. Lui al contrario non voleva figli. E infatti subito dopo la mia gravidanza è iniziato il calvario. Lui ha cominciato a essere sempre più assente, sia come padre che come marito e a incolparmi. Mi diceva che ero pazza e che avevo le allucinazioni. Inoltre, non faceva altro che uscire per i fatti suoi, mentre io lavoravo, mi occupavo della casa e crescevo la bimba.

A un certo punto, come se non bastasse, ho scoperto i vari tradimenti, che ovviamente lui ha sempre negato, sostenendo appunto che fossi una visionaria, fuori di testa.Ho lottato con tutte le mie forze per salvare quel matrimonio, ma a ogni mio perdono seguiva un ulteriore tradimento.

Ho messo la mia vita in mano a un uomo che, giorno dopo giorno, l’ha distrutta, seppur incarnando sempre il ruolo della vittima. Mi stava davvero uccidendo psicologicamente e, dopo l’ennesimo straziante tradimento e le botte, ho deciso di separarmi e di SALVARMI.

In seguito ho avuto la fortuna d’incontrare un uomo dolcissimo e premuroso, ma i danni provocati dal mio ex marito, mi hanno profondamente cambiata.

Non è semplice, per me, lasciarmi andare né fidarmi completamente, ma ho finalmente capito che queste persone NON CAMBIANO e per salvarti devi disinnamorarti.

Io ci sono riuscita, anche se ho ancora le mie ferite dentro.

Finché sei innamorata non vedi oltre ed è come se ti uccidessi da sola.

Ma una cosa, a tutte le donne, mi sento di dirla: gli uomini non sono tutti uguali e quelli dolci esistono.

Essere caute, dopo certe esperienze, è lecito ma liberarsi dei mostri è fondamentale come lo è aprire gli occhi. Quando lo fai, poi la realtà ti appare diversa e inizi veramente a esistere e a VIVERE.

72 visualizzazioni
1/38
Archivio
Cerca per tag
bottom of page