top of page
  • nadianunzi

Terapia del Colore

La gravidanza è un momento particolare per ogni donna e unico è il momento esatto in cui lei stessa ha la conferma di avere dentro di sé una nuova creatura.

In pochi attimi la futura mamma ha la percezione che nulla nella sua vita, da quella consapevolezza in poi, potrà essere lo stesso.

La gioia per la notizia, magari tanto attesa, può arrivare a confrontarsi con vari timori come quello volto al cambiamento del proprio corpo, o dello stile di vita. Si possono generare inoltre preoccupazioni riguardo la salute del nascituro.


Sarò all’altezza di essere madre? Saprò prendermi cura di un neonato? Avrò ancora i miei spazi e del tempo per me? Il piccolo o la piccola starà bene?


Queste, come tante altre domande, possono farsi strada giorno dopo giorno nella vita di alcune donne e un valido strumento per alleviare ansie e rassicurarle è di certo la Cromoterapia o la Terapia del Colore.

La Terapia del Colore si può applicare in vari modi, dall’arredamento della casa, all’abbigliamento indossato, fino a usarla attraverso particolari visualizzazioni da praticare durante il giorno.

Molto importanti sono anche i bagni di colore, che tramite l’acqua veicolano il messaggio della tinta necessaria in maniera rapida e d’impatto.


Come spiega la Business coach e Consulente specializzata in Psicologia dei colori Samya Ilaria Di Donato, in base all’esigenza della futura mamma, e a seguito di un consulto individuale con accurati test, si opta per la tecnica ritenuta più adatta.

I colori più indicati in caso di tensioni sono in genere quelli dalle tinte gentili.

Per gravidanze particolarmente stressanti, per esempio, si usa il colore rosa che aiuta la futura madre a essere accogliente; oppure il verde per portare armonia e spingere la donna a entrare in contatto con la maternità e Madre Terra, radicandosi. Il colore verde è molto utile e indicato anche in caso di forti nausee, attraverso la cromoterapia con le luci di tale sfumatura si va ad alleviarne il fastidio.

Un altro colore dalle proprietà calmanti e rilassanti è il blu e il suo effetto aumenta con l’intensificarsi della pienezza del colore.

Un’altra tecnica interessante, molto valida nel periodo della gravidanza, in particolar modo quando ci sono già altri bambini in famiglia, è la Belly Painting che consiste nel pitturare il ventre materno con colori atossici specializzati per il contatto diretto con la pelle. Con questa tecnica, oltre a coinvolgere eventuali fratellini o sorelline, la madre entra in connessione profonda con il feto in evoluzione dentro di sé, trasmettendogli presenza, gioia, calore, serenità. È un metodo molto rilassante per lei e un modo particolarmente bello per tenere in memoria il ricordo piacevole di un’esperienza unica come quella della sua gravidanza.

Per parti complicati, o dove c’è molta paura del dolore fisico, Samya Ilaria Di Donato suggerisce la tecnica della visualizzazione, facendo immaginare alla donna la stanza del parto con alcuni dei colori rasserenanti già citati, in modo da prepararla con dolcezza all’esperienza. Qualora invece si abbia a che fare con un parto “pigro”, dove c’è un ritardo della nascita e si è giunte già oltre la scadenza prevista, si può aiutare la donna con colori intensi e acceleranti come il rosso, l’arancio o il giallo.

Per alcune persone Samya propone anche il metodo dell’acqua solarizzata, che consiste nell’esporre al sole per circa un’ora, una bottiglia di colore blu, contenente acqua pura, che va in seguito bevuta durante il giorno. Il suo effetto è calmante e aiuta a conciliare il sonno in caso di difficoltà ad addormentarsi.

La Cromoterapia è importante anche per la preparazione del futuro nido del bambino. Si può applicare tinteggiando con sfumature tenui le pareti della stanza adibita per il neonato, così da rendere il suo sonno sereno e anche per creare durante il giorno un clima di armonia e pace, alla vista di una tinta luminosa e calmante. Alla neo mamma è invece suggerito di coccolarsi indossando un vestito con un colore caldo scelto tra i suoi preferiti, così da sentirsi amata e avvolta da un’energia confortante e rigenerante.

Sono infiniti i modi in cui si può utilizzare il colore come strumento di guarigione e benessere. Importante è la consapevolezza con cui se ne fa uso. Con l’aiuto di persone specializzate come Samya Ilaria Di Donato si può trovare il metodo maggiormente in risonanza con sé stesse e applicarlo alla propria vita, durante i nove mesi e oltre.


in collaborazione con Samya Ilaria Di Donato per la rivista 9mesi di agosto 2021

27 visualizzazioni

Comments


1/38
Archivio
Cerca per tag
bottom of page